Archivio Semi e semi oleosi

I piccoli semi di chia sono tra i superfood di tendenza, ma la nomea mistica dei semi della Salvia hispanica risale ai Maya: i “semi della forza” hanno infatti concentrazione di nutrienti energetici e potenzialità nutraceutiche che li rendono paragonabili ad integratori alimentari di sintesi. Proprietà I semi di chia contengono omega-3 vegetali, a basso indice glicemico, e amminoacidi essenziali. Non contengono […]

L'albero del cacao è uno dei più belli della vegetazione tropicale: potrebbe raggiungere e superare i dodici metri, ma per agevolare la raccolta dei frutti la sua altezza massima viene limitata a tre o quattro metri. La sua vita media oscilla tra i venti e i trent'anni.

È ormai terminata la raccolta di una delle colture più scenografiche che si possano incontrare viaggiando per l'Italia: il girasole. Intere colline ricoperte di fiori gialli tutti orientati nella stessa direzione difficilmente lasciano indifferenti anche gli animi più aridi.

Il cumino è una spezia che profuma di oriente, di suk, di bazar, di mercatini delle spezie, di saporite tagine lasciate a cuocere a lungo sul fuoco. Eppure un tempo lontano veniva molto utilizzato anche in Italia, soprattutto nel periodo rinascimentale, ma anche all'epoca dei romani se anche Apicio ne consigliava l'uso in cucina.

Piccoli e costosi, i pinoli accompagnano la storia dell’uomo da molto tempo. Oggi li ritroviamo tra gli ingredienti fondamentali di uno dei sughi che hanno fatto la storia della cucina italiana nel mondo: il pesto alla genovese. Storia La fama dei pinoli parte da molto lontano. Già i greci li adoravano come ingrediente per produrre […]

Pare che il sesamo sia uno dei condimenti più antichi utilizzati dall’uomo. Non è un caso che se ne trovi menzione in alcune tavolette d’argilla di epoca sumera, datate 2.300 anni prima di Cristo. Di sicuro lo usavano anche a Babilonia, nei dolci, per ricavarne vino e alcool, ma anche olio e cosmetici.

La Cannabis sativa è una pianta della famiglia delle Cannabaceae, dall’aspetto inconfondibile e molto conosciuto. Si tratta di una pianta annuale molto alta, che arriva fino a 3 metri di altezza. È dotata di una lunga radice a fittone e di un fusto molto ruvido, con ramificazioni molto fitte.

Chiudi
Editoriale Domus