Caviale di limone

Caviale di limone

Storia

Il caviale di limone è una specie autoctona dell’Australia, che vive ancora oggi allo stato selvatico nella foresta pluviale. Attualmente però, dopo attenta selezione delle cultivar più interessanti, viene anche coltivato in alcune zone dell’isola, come il New South Wales e il Queensland.

Consumato e conosciuto dagli aborigeni, fu subito apprezzato dai primi coloni inglesi. Al tempo il caviale di limone veniva raccolto direttamente nelle foreste, anche se gli inglesi ne compresero ben presto le potenzialità commerciali. Il successo però non fu quello sperato e la sua coltivazione venne per anni messa da parte. Ultimamente però questo frutto, complice l’utilizzo da parte di molti cuochi famosi, sta tornando fortemente alla ribalta.

Caratteristiche

Il caviale di limone ha un altro nome molto comune: finger lime. Viene chiamato caviale sia per la forma della sua polpa, racchiusa in piccole sfere, sia per il suo costo, molto elevato. La pianta che genera i frutti da cui si estrae il caviale di limone si chiama Microcitrus Australasica. Si tratta di un arbusto perenne, sempreverde, che raggiunge un’altezza massima di 7 metri. Il frutto, abbastanza brutto a vedersi, ha forma cilindrica allungata, con dimensione media compresa fra i 4 e gli 8 centimetri. Al suo interno la polpa è suddivisa in molte piccole sfere ripiene di succo, il cui colore può variare dal rosa al giallo, passando per rosso e verde.

Proprietà

Il caviale di limone è un agrume che favorisce la digestione, è rinfrescante e ha blande proprietà diuretiche e antisettiche. Interessante anche l’apporto al nostro organismo di vitamina C, vitamina B6, acido folico e potassio.

Impieghi

Il caviale di limone viene utilizzato in molte cucine di tutto il mondo sia per il suo gusto piacevolmente acidulo, simile a quello del lime, che per le sue spiccate doti decorative. Normalmente viene utilizzato sul pesce crudo, sulle tartine, sul salmone affumicato, ma in generale si sposa molto bene con tutto il pesce, a condizione di saperlo usare e dosare con oculatezza. Anche la buccia, essiccata e macinata, può essere utilizzata per insaporire piatti e insalate estive.

Suggerimenti

Da qualche anno sono disponibili, in vivai selezionati, anche le piante del caviale di limone. Le sue esigenze climatiche sono le stesse degli altri agrumi, quindi cresce molto bene al sud, mentre al nord ha bisogno di essere portato al riparo nella stagione più fredda. Pur essendo un prodotto stagionale, si conserva molto bene una volta surgelato. È quindi possibile trovarlo in vendita tutto l’anno.



Commento

This post was last modified by Sara Viterbi on 29 aprile 2016.

  • 9 marzo 2016 @ 12:33:19

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 29 aprile 2016.

Chiudi
Editoriale Domus