Melone

Il melone è un frutto che in estate aiuta spesso a risolvere svariati problemi: la necessità di consumare un pasto in velocità, la poca voglia di accendere i fornelli, l’inappetenza dovuta al caldo, la ricerca di qualcosa di fresco. Basta tagliarlo, aggiungervi un buon prosciutto crudo, una spruzzata di pepe macinato fresco, e siamo a posto. Perché è l’estate il regno di questa cucurbitacea, che cerca di rubare la scena alla sua parente di maggiori dimensioni: l’anguria.

Storia

Il Cucumis melo ha un’origine incerta. Alcuni autori sostengono venga dall’Africa tropicale, come buona parte delle Cucurbitaceae, altri invece propendono per una storia che parte dall’India e dalla Cina, per poi spostarsi in Medio Oriente e successivamente nel bacino del Mediterraneo. Le prime testimonianze di un consumo di questo frutto arrivano comunque dall’Egitto, direttamente dalla corte dei faraoni nel 1500 a.C. Ma le citazioni nel corso dei secoli sono molte: dai cinesi, fino ai latini, passando per i greci. Fu Carlo VIII a portarlo in Francia, direttamente da Cantalupo, cittadina della Sabina. Dal 1600 in poi la coltivazione si estese e si specializzò. Oggi in Italia si contano circa 23.000 ettari coltivati, per una produzione complessiva di 630.000 tonnellate. Guardando i dati su base regionale il primo produttore in assoluto è la Sicilia, con oltre 9.000 ettari, seguita a distanza da Lombardia e Puglia.

Caratteristiche

La pianta del melone ha il classico fusto strisciante, in grado di diventare rampicante se fornito di adeguati sostegni. Le radici sono molto sviluppate, sia in superficie che in profondità. Il fusto è angoloso, normalmente quadrangolare e ricco di peluria. Le ramificazioni sono molte e possono essere anche lunghe ed arrivare fino a 5 metri. Le foglie possono essere rotonde, reniformi o divise in lobi. I fiori sono normalmente di colore giallo e danno origine a un frutto che tecnicamente è un peponide, che rimane unito al fusto tramite un peduncolo più o meno lungo. In esso si distingue l’epicarpo, quello che normalmente chiamiamo buccia, che è attaccato a un mesocarpo di consistenza carnosa, che costituisce la parte che noi abitualmente mangiamo. Al centro del frutto si trova normalmente una cavità che contiene una massa morbida e spugnosa, costituita da tessuto flaccido e numerosi semi.

Dal punto di vista varietale normalmente si distinguono tre tipi di melone. Il melone cantalupo ha frutti rotondeggianti, buccia liscia di colore verde-grigio e costolature verde scuro che possono essere più o meno evidenti. La polpa è del classico color salmone, le dimensioni sono medie, attorno al chilo o chilo e mezzo, e la conservabilità è abbastanza ridotta. Il melone retato invece ha frutti di dimensioni maggiori, che arrivano fino a 2,5 kg, e la buccia è tipicamente e fittamente reticolata. La costolatura è normalmente poco accentuata, seppur evidente, la polpa può essere verde-giallo o arancione. I frutti del melone reticolato si conservano per poco tempo, a differenza dell’ultima tipologia che prendiamo in considerazione: il melone da inverno. Si tratta di frutti di dimensioni anche importanti, che arrivano fino ai 4 kg, e che sono in grado di conservarsi per molti mesi dopo la raccolta. La forma è prevalentemente ovaleggiante, la buccia è liscia o rugosa e senza costole, gialla o verde scuro, mentre la polpa può essere verde chiaro, gialla o bianca, molto dolce ma poco profumata.

Proprietà

Dal punto di vista nutrizionale i meloni sono simili alle angurie, ma hanno un maggiore contenuto in vitamina C e A e dunque sono anche un’ottima fonte di sostanze antiossidanti. L’apporto calorico è ridotto, pari a circa 35 kcal ogni 100 grammi di prodotto. Il contenuto in sali minerali – calcio, fosforo, magnesio e postassio – e l’elevata percentuale di acqua presente nel frutto ne fanno un ottimo integratore naturale contro i problemi derivati dal caldo. Stimola anche la produzione di melanina, quindi è indicato nel corso delle vacanze estive caratterizzate da esposizioni prolungate al sole.

Ricette

Insalata di riso nel melone

Melone sciroppato

Involtini di pollo e insalata di melone

Cocktail di gamberi con melone e avocado

Gelo di melone con gelatina al Porto

Palline di  melone allo yogurt



Commento

This post was last modified by Elena Poggi on 10 dicembre 2015.

  • 10 dicembre 2015 @ 12:23:02 [Salvataggio automatico]
  • 10 dicembre 2015 @ 12:22:56
  • 10 dicembre 2015 @ 12:22:02
  • 3 dicembre 2015 @ 14:02:08
  • 3 dicembre 2015 @ 14:01:27 [Salvataggio automatico]
  • 30 novembre 2015 @ 15:38:23
  • 29 settembre 2015 @ 15:38:11

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 29 settembre 2015.

Chiudi
Editoriale Domus