Pepe di Sichuan

Pepe di Sichuan

Storia

Il Pepe di Sichuan è considerato una delle spezie più antiche dell’intera Cina, tanto che viene già nominato da Confucio nel suo Poema delle odi. Era talmente grande il suo valore nel passato che per molti secoli fu offerto come dono agli imperatori cinesi. Tuttavia era anche una spezia molto popolare, tanto che veniva nascosta dai soldati nella cintura sia a scopo propiziatorio, che per essere masticata durante le lunghe marce a cui venivano costretti.

Caratteristiche

Il pepe di Sichuan fa parte di una famiglia completamente diversa da quella del pepe nero. Ha assunto negli anni il nome di pepe solo per il fatto che la bacca può ricordare quella del pepe nero, ma tra le due spezie non c’è correlazione. A differenza del vero pepe il seme di colore nero che si trova dentro la bacca viene normalmente eliminato, a causa del suo sapore amaro. La parte esterna della bacca viene invece molto apprezzata per il suo aroma di anice leggermente agrumato e fresco. Il pepe di Sichuan contiente inoltre delle sostanze in grado di intorpidire leggermente la bocca.

Proprietà

In Cina viene utilizzato da millenni nella medicina popolare. Si usa esternamente per le sue caratteristiche antipruriginose e antidolorifice a livello cutaneo, ma anche a livello interno per mitigare i dolori di stomaco o curare i problemi di digestione. Per il suo utilizzo contro i dolori dentari viene anche chiamato albero del mal di denti.

Impieghi

Il pepe di Sichuan viene largamente utilizzato in piatti a base di anatra, pollo e pesce. Si sposa molto bene anche con il foie gras e con alcune preparazioni dolci.

Suggerimenti

Meglio spendere qualche euro in più quando si tratta di pepe di Sichuan. Quello a costo più basso infatti spesso contiene anche i piccioli della bacca, oltre che a qualche spina. Va conservato, al solito, in luogo buio e fresco, all’interno di contenitori ermetici per non perdere il delicato aroma. Prima di utilizzarlo in cucina è buona norma tostarlo leggermente e in seguito ridurlo in polvere all’interno di un mortaio o di un macinino. Per eliminare le parti più dure dalla polvere è buona norma setacciarlo.



Commento

This post was last modified by Sara Viterbi on 19 gennaio 2016.

  • 5 gennaio 2016 @ 17:37:04
  • 4 gennaio 2016 @ 15:53:39
  • 4 gennaio 2016 @ 15:35:13

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 4 gennaio 2016.

Chiudi
Editoriale Domus