Cetriolo

Il cetriolo, Cucumis sativus, appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae ed è una pianta a ciclo biologico annuale. Il fusto ha una consistenza erbacea, è ricoperto di peli, e può avere portamento strisciante o rampicante.

Storia

Le sue origini sono indiane, ma è presente da molto tempo in Italia, sin dai tempi dei romani. Si narra perfino che l’imperatore Tiberio ne fosse ghiotto.

Caratteristiche

Il frutto tecnicamente è un peponide, di forma ellissoidale o allungata, dotato di molte piccole protuberanze, con una lunghezza compresa fra i 10 e i 40 cm. Viene raccolto immaturo, quando è ancora di un bel colore verde. La polpa è verdolina, di aspetto ghiacciato e sapore fresco, ricca di semi interni di colore bianco. Viene impiegato per insalate, conservato sottaceto o fermentato in salamoia.

Il consumo fresco si concentra soprattutto in estate, grazie alle sue caratteristiche rinfrescanti. Le nazioni che consumano il maggior quantitativo di cetrioli sono: Grecia (immancabili nello tzatziki o nella horiatiki), ma anche Olanda, Finlandia, Germania, Russia, dove rappresenta un valido compagno delle bevute di vodka. Ma basta andare in Alto Adige per ritrovarli un po’ più frequentemente sulle tavole di noi italiani: qui assumono la forma dei gewurzgurken, cetriolini in agrodolce che vengono conservati in aceto, zucchero e un mix di diverse spezie. L’Italia ha comunque una produzione che soddisfa la domanda interna per tutto l’anno. Nel periodo invernale si trovano infatti in commercio i cetrioli prodotti in serra riscaldata provenienti principalmente da Sicilia, Sardegna e Calabria. Rare sono le partite di cetriolo provenienti dall’estero.

Proprietà

I cetrioli hanno un elevato contenuto in acqua, pari circa al 97% del loro peso, e un bassissimo apporto energetico, di appena 40 kcal per 100 grammi di prodotto. Anche il contenuto in zuccheri è molto basso, mentre possiede una discreta quantità di potassio, fosforo e calcio. Quasi assenti le vitamine, con l’eccezione di una piccola quantità di vitamina C.

Ricette



Commento

This post was last modified by Sara Viterbi on 6 luglio 2016.

  • 6 luglio 2016 @ 16:24:57
  • 6 luglio 2016 @ 16:22:59 [Salvataggio automatico]
  • 6 luglio 2016 @ 15:39:08

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 6 luglio 2016.

Chiudi
Editoriale Domus