Ortica

Fra le erbe spontanee più ricercate, anche perché fra le più semplici da riconoscere, c’è sicuramente l’ortica. Disprezzata e temuta fin dall’antichità, nel corso dei secoli se ne sono scoperte le innumerevoli virtù e il possibile uso in erboristeria, cucina e pure in ambito tessile.

Caratteristiche

Questa pianta spontanea appartiene alla famiglia delle Urticaceae e le è stato attribuito da Linneo il nome scientifico di Urtica dioica. L’origine del nome va ricercata nel termine latino urere, che significa bruciare: un chiaro riferimento agli effetti dell’ortica nei confronti della nostra epidermide. Si tratta di una pianta perenne, che arriva fino a 1,5 metri di altezza. La si trova facilmente in tutta Italia, in un gran numero di ambienti, anche se prospera soprattuto in terreni molto ricchi di azoto. I fusti sono tendenzialmente quadrati, le foglie opposte, di forma ovale, seghettate al margine, e di un verde molto intenso. I fiori sono anch’essi verdi, piccoli e raccolti in racemi. Non è pianta di cui è facile sbarazzarsi, in quanto dotata di un rizoma molto ramificato, che le consente di rispuntare agevolmente anche se i fusti vengono tagliati.

Proprietà

L’aspetto più conosciuto dell’ortica è il suo potere urticante. Il bruciore è provocato dalla grande quantità di peli presenti su foglie, piccioli e fusti, che a contatto con la pelle si spezzano liberando istamina e acetilcolina, che provocano la famosa sensazione di bruciore. Tuttavia, se opportunamente maneggiata, l’ortica si dimostra pianta ricca di clorofilla, vitamina C, ferro, potassio e manganese. Un tempo la si usava per curare i reumatismi, oggi l’interesse si è spostato verso le sue proprietà depurative, diuretiche, astringenti e toniche. In cucina si usa soprattutto in frittate, risotti, piatti di pasta e zuppe.

Ricette

Tagliatelle con ortiche e gamberi

Risotto alle ortiche e ricotta affumicata di bufala

Ravioli di ortiche e spinaci

Frittata di ortiche



Commento

This post was last modified by Sara Viterbi on 19 gennaio 2016.

  • 17 dicembre 2015 @ 15:33:07
  • 14 dicembre 2015 @ 11:51:19
  • 14 dicembre 2015 @ 10:52:59
  • 11 dicembre 2015 @ 12:40:19

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 11 dicembre 2015.

Chiudi
Editoriale Domus