Farina di grano saraceno

Farina di grano saraceno

La farina di grano saraceno deriva da questo pseudocereale, da noi diffuso soprattutto nelle regioni più fredde del nord. Si tratta infatti di una pianta dal ciclo vegetativo molto breve, quindi adatta anche ai climi più rigidi, caratterizzati da estati brevi e fresche. Viene definito pseudocereale in quanto viene utilizzato a tutti gli effetti come un cereale, senza per questo appartenere alla famiglia delle graminacee.

Impieghi

Tradizionalmente si usa per la produzione di piatti tipici come la polenta taragna oppure i pizzoccheri. Pur essendo priva di glutine, ha un elevato potere allergizzante, quindi non sempre può essere la scelta più adatta per i celiaci. Anche qui l’utilizzo è quello comune delle altre farine: pane non lievitato naturalmente, biscotti, dolci, crespelle. Nel pane, frequentemente viene miscelata con altre farine, come quella di segale o di grano.

Ricette

Pizzoccheri di Teglio

Pizzoccheri della Valtellina

Pizzoccheri al bitto e casera

Polenta taragna

 



Commento

This post was last modified by Sara Viterbi on 4 maggio 2016.

  • 4 maggio 2016 @ 15:55:57
  • 4 maggio 2016 @ 15:55:40 [Salvataggio automatico]
  • 3 maggio 2016 @ 10:26:28

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 3 maggio 2016.

Chiudi
Editoriale Domus