Semi di chia

I piccoli semi di chia sono tra i superfood di tendenza, ma la nomea mistica dei semi della Salvia hispanica risale ai Maya: i “semi della forza” hanno infatti concentrazione di nutrienti energetici e potenzialità nutraceutiche che li rendono paragonabili ad integratori alimentari di sintesi.

Proprietà

I semi di chia contengono omega-3 vegetali, a basso indice glicemico, e amminoacidi essenziali. Non contengono glutine e sono fonte di carboidrati per i celiaci; rimineralizzanti, contengono calcio, magnesio e potassio e sono un mix di antiossidanti: pro-vitamina A e C.

I semi sono un concentrato di macronutrienti e quindi molto calorici, 100 g apportano ben 330 kcal. Contengono solo il 5% di acqua e sono ricchi di proteine, grassi e carboidrati. Hanno però un’altissima percentuale di fibre, riescono a legare quasi 10 volte il loro peso di acqua, questa caratteristica li rende molto sazianti e conferisce alla farina potere addensante. Il senso di sazietà, dato sia da fibre solubili che insolubili, aiuta nelle diete dimagranti, stimola la digestione e migliora le funzioni intestinali.

Caratteristiche

L’altissimo contenuto di acidi grassi polinsaturi essenziali supera anche quello del pesce azzurro, che è considerato tra le fonti d’elezione. Rispetto agli integratori estratti dal pesce, la chia non ha odori e sapori sgradevoli e ha un costo accessibile.

I semi di chia sono ricchi di amminoacidi, tra cui Lisina, Metionina e Cisteina. Inoltre, sono fonte di Potassio, Magnesio, Calcio, Ferro, Zinco e poco Sodio, che nonostante il fattore limitante l’assorbimento dovuto alle fibre, sono presenti in rilevante quantità.

Impeghi

L’alto contenuto in fibre può ostacolare l’assorbimento degli amminoacidi e dei minerali di cui sono ricchi, quindi è  preferibile assumerli macinati, per aumentarne la biodisponibilità. Vanno consumati in piccole quantità, in porzioni giornaliere che non dovrebbero superare i 15-25 g. Possono arricchire pane, insalate di frutta e verdura, dolci, yogurt e potenzialmente ogni pietanza, con il loro delicato aroma e le sofisticate sfumature di colore.

 

Ricette

Smoothie al kiwi, ananas, zenzero e semi di chia

Pudding ai semi di chia, prugne e cannella



Commento

This post was last modified by Sara Viterbi on 27 maggio 2016.

  • 27 maggio 2016 @ 9:48:01
  • 3 maggio 2016 @ 11:48:05
  • 3 maggio 2016 @ 10:56:00

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 3 maggio 2016.

Chiudi
Editoriale Domus