Seitan

Storia

Come spesso accade, anche la storia del seitan si intreccia con quella della religione. Pare siano stati infatti dei monaci buddisti cinesi, nella necessità di scovare un’alternativa al tofu, a trovare il modo di preparare il seitan. Partirono da un impasto di farina di grano, che sottoposero a un risciacquo per eliminare l’amido e le parti solubili. Ottennero così un composto spugnoso, che venne in seguito perfezionato nella ricetta dai giapponesi, che vi aggiunsero il tocco della salsa di soia. Oggi si tratta di un cibo ampiamente diffuso e apprezzato in tutto il mondo, non solo da vegetariani o vegani.

Caratteristiche

Il seitan è un alimento ad alto tenore proteico ricavato dal glutine principalmente di grano tenero, ma che può essere preparato anche con altri cereali. Viene utilizzato molto nelle diete vegetariane e vegane come sostituto della carne. La sua produzione prevede l’utilizzo di un impasto di farina e acqua, sottoposto a diversi lavaggi e infine cotto in un brodo di acqua, salsa di soia, alga kombu e sale.

Proprietà

Il seitan è un cibo molto ricco di proteine e povero di grassi. Tuttavia non si può considerare un sostituto perfetto della carne per la carenza di lisina, un amminoacido essenziale per il nostro corpo. Per quello nelle diete vegetariane o vegane viene integrato con altri alimenti. Anche la vitamina B12 e il ferro sono presenti in scarsissime quantità.

Impieghi

Gli impieghi del seitan sono i più disparati, molto simili a quelli della carne. Si parte da un semplice seitan alla piastra, passando per il ragù, gli stufati, arrivando agli hamburger e alle scaloppine. Vista la sua precottura il seitan si presta anche al consumo da freddo, tagliato a tocchettoni per insaporire e arricchire ad esempio le insalate miste.

Suggerimenti

Il seitan è ormai un alimento diffuso e di facile reperibilità. Per avere più scelta meglio rivolgersi ai negozi di alimenti biologici, ma inizia a essere facile trovarlo anche nei banchi dei supermercati. I più coraggiosi e intraprendenti possono anche produrlo in casa: il procedimento è abbastanza lungo ma di semplice realizzazione.

Si conserva in frigo. Quello fatto in casa per circa una settimana, quello acquistato anche per più tempo.

Ricette

Bocconcini di seitan

Crespelle di ceci con seitan e radicchio

Spiedini di seitan e verdure al forno

Fusilli integrali con seitan, funghi e tofu



Commento

This post was last modified by Sara Viterbi on 19 gennaio 2016.

  • 11 gennaio 2016 @ 10:29:36

This post was created by Il Cucchiaio d'Argento on 11 gennaio 2016.

Chiudi
Editoriale Domus